Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Puglia | Fondo RInaldi | San Marco in Lamis: pellegrinaggio a San Matteo; le Fracchie

San Marco in Lamis: pellegrinaggio a San Matteo; le Fracchie (21)

isòvnxklm

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina spiega, eseguendone alcuni, i rituali che si effettuano recitando in una certa sequenza e con precisa cadenza temporale, le preghiere ufficiali della chiesa cattolica. Passa poi a spiegare il significato di alcuni oggetti (le quaranta penne di gallina infilzate in un pezzo di pasta dura) utilizzati per scandire i giorni della quaresima. Parla di diversi rituali magici, fatture, malocchio, formule e scongiuri. Descrive un rituale per togliere il malocchio. La registrazione è compromessa in più punti dal rumore del forte vento.

  • Durata 06:55
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina parla di sé, della sua vita, del padre socialista e del marito militante socialista. Dice di ricordare molte canzoni socialiste.

  • Durata 01:51
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina canta la canzone dedicata a Togliatti dopo l’attentato e la festa della città di Roma al suo ritorno dopo il decorso in ospedale. E’ probabilmente il canto E’ tornato Togliatti al lavor, su testo di Gino Gallimberti.

  • Durata 00:45
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina racconta come ha imparato le canzoni politiche.

  • Durata 00:47
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina esegue un canto comunista composto sull’aria della canzonetta fascista Faccetta nera. Era cantato soprattutto nel periodo delle elezioni del 1948 con lo scontro tra Democrazia Cristiana e Fronte Popolare.

  • Durata 00:29
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina esegue un canto politico, come l'altro sull'aria di Faccetta Nera, con un diverso testo che sostituisce il precedente
    E' frequentissimo nel canto popolare l'uso di preesistenti melodie per la creazione di nuovi testi che spesso capovolgono il significato del canto base. Cfr. E. Jona-S. Liberovici, Canti di protesta. Giovinezza, in "Il Contemporaneo", a. III, n. 32 (dic. 1960-genn. 1961); L. Settimelli, L. Falavolti (a cura), Canti socialisti e comunisti, Roma, Savelli, 1973, pp. 79-82; L. Mercuri, C. Tuzzi (a cura), Canti politici italiani 1793-1945, Roma, Editori Riuniti, 1973, p. 270; S. Boldini, Il canto popolare strumento di comunicazione e di lotta, Roma, Editrice Sindacale Italiana, 1975, p. 129 n. 2; R. Leydi (a cura), Bergamo e il suo territorio, in Mondo popolare in Lombardia, Milano, Silvana Editoriale d'Arte, 1977, pp. 333-335.

  • Durata 00:37
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina racconta di quando i preti si informavano sulle idee politiche dei fedeli e la sua risposta era: "Io sono comunista, moglie di uno comunista". Il prete chiedeva come mai una donna votava comunista e aggiungeva "Voi avete venduto il corpo a vostro marito, non l’anima". Caterina rispondeva: "Che ti pòzzano accìde. E l’anima e il corpo non stanno unite?!”. Ricorda le provviste alimentari che arrivavano con i camion, gestite dalla chiesa, donate a coloro che dimostravano di votare democristiano. Interviene anche il marito di Caterina per parlare delle feste del Primo Maggio e dell’Unità.

  • Durata 05:24
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del Santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina ricorda, recitandola, una canzonetta socialista in cui viene citato un esponente di partito come Domenico Maitilasso.

  • Durata 00:40
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All’aperto nei pressi del santuario di San Matteo. I ricercatori sono accompagnati da Miriam Castiglione. Caterina ricorda anche una canzonetta fascista in voga nel Ventennio durante la guerra d’Etiopia.

  • Durata 01:05
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Caterina Schiena, nata nel 1907, casalinga: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Miriam Castiglione

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce maschile solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello.

  • Durata 02:14
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce maschile solista, coro
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce maschile solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello.

  • Durata 01:32
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce femminile solista, coro, gruppo di Cerignola
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce femminile solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello. Il gruppo di pellegrini proviene da Cerignola.

  • Durata 03:45
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce femminile solista, coro, gruppo di Cerignola
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce maschile solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello. Il gruppo di pellegrini proviene da Cerignola.

  • Durata 05:04
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce maschile solista, coro, gruppo di Cerignola
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce femminile solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello. Il gruppo di pellegrini proviene da Cerignola.

  • Durata 06:07
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce femminile solista, coro, gruppo di Cerignola
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Santuario di San Matteo. Pellegrini cantano inni devozionali a San Matteo nella processione che porta il quadro sacro all’esterno del santuario. Una voce maschile e solista guida il canto, mentre le voci in coro dei fedeli eseguono il ritornello.

  • Durata 02:24
  • Data Giovedì, 21 Settembre 1978
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voce maschile solista, coro
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Angelo Gualano, nel suo magazzino dove è intento a completare la propria fracchia, racconta che all’inizio, nei primi anni del '900, le fracchie si facevano piccole e venivano portate in braccio (o come fiaccole). Poi negli anni ha realizzato quelle più grandi, per devozione alla Madonna, e facilitato dall’essere boscaiolo. Spiega le fasi tecniche per la realizzazione di una fracchia. Un tempo erano poche le fracchie che partecipavano alla processione, poi nel tempo l’uso si è moltiplicato. Oggi il Comune offre la legna e quindi c’è ancora più partecipazione di gruppi ed è cresciuta la grandezza dei manufatti sollecitati dalla gara. Racconta di aver sempre lavorato da solo, anche nella realizzazione di fracchie da venti-trenta quintali. Spiega che quelle piccole venivano portate dai bambini come una fiaccola, poi si è scelto di trainarle come le grandi, su ruote. Dato il peso delle fracchie grandi è necessario un gruppo numeroso di trainanti (circa quindici-venti). Si riferisce della progressiva affermazione del confronto tra costruttori in una gara a premi in cui si giudica grandezza, estetica e qualità di fuoco, per attribuire un riconoscimento in denaro al vincitore.

  • Durata 08:33
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Angelo Gualano, nato nel 1904, carpentiere: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Alberto Vasciaveo

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Angelo Gualano, nel suo magazzino dove è intento a completare la propria fracchia. Parla dei falò di San Giuseppe, i fanoje, con canti e racconti intorno al fuoco e le mangiate collettive. Le differenze nel consumo del cibo tra passato e presente. Descrizione dei riti della Settimana Santa. Ricorda un rituale specifico, quando, durante la Settimana Santa, gli uomini giravano nel paese battendo le pietre con dei bastoni d’ulivo e roteando delle racanelle. Poi il sabato santo per la Resurrezione si scioglievano le campane e tutto il paese scendeva per le strade battendo campanacci e facendo rumore. Il rito delle uova oggi eseguito dai sacerdoti che durante il giro di benedizione le ricevono in dono. Ricorda che da giovane partecipò alla questua delle uova, con un gruppo di tre amici, mascherati da preti a gettare inchiostro al posto dell’acqua santa. Raccolsero in quella occasione più di quattrocentouova, che consumarono il giorno dopo, a Pasquetta, in campagna con parenti e amici. Ricorda diversi aneddoti legati al cibo e alla vita in campagna.

  • Durata 13:01
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Angelo Gualano, nato nel 1904, carpentiere: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Alberto Vasciaveo

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Angelo Gualano, nel suo magazzino dove è intento a completare la propria fracchia. Dice che oggi le fracchie arrivano anche a sessanta-settanta quintali e il Comune offre solo circa quindici quintali, quindi il resto va trovato in giro, anche rubando nei boschi altrui. Angelo ha iniziato nel 1938 a costruire fracchie così grandi e ha proseguito fino agli ultimi anni ’60. Poi si è messo a realizzare le fracchie piccole per i propri nipoti. Per costruire una fracchia grande impiega diverse settimane di lavoro. Oggi si fanno per competizione, divertimento, mentre un tempo era solo la devozione a spingere verso questa tradizione.

  • Durata 07:15
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Angelo Gualano, nato nel 1904, carpentiere: voce
  • Autore Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero, Alberto Vasciaveo

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Ambiente sonoro della processione del Giovedì Santo con la statua della Madonna Addolorata accompagnata dalle fracchie. Confratelli e consorelle cantano il Miserere.

  • Durata 05:39
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voci maschili e femminili
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Ambiente sonoro della processione del Giovedì Santo con la statua della Madonna Addolorata accompagnata dalle fracchie. Confratelli e consorelle cantano il Miserere.

  • Durata 02:30
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voci maschili e femminili
  • Autore Paola Sobrero

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Ambiente sonoro della processione del Giovedì Santo con la statua della Madonna Addolorata accompagnata dalle fracchie. I rumori, le grida dei trainanti le fracchie e dei tifosi delle diverse compagnie, il rumore e il crepitìo del fuoco al passaggio dei carri.

  • Durata 05:30
  • Data Venerdì, 04 Aprile 1980
  • Luogo San Marco in Lamis
  • Provincia Foggia
  • Regione Puglia
  • Esecutore Anonimi: voci maschili e femminili
  • Autore Paola Sobrero