Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Campania | Fondo Leydi-Campania | S. Amoruso, M. G. Cavuoto, Scafati 1985

S. Amoruso, M. G. Cavuoto, Scafati 1985 (7)

isòvnxklm

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    All'inizio della traccia uno scacciapensieri; poi uno dei presenti declama alcuni versi tratti da una canzone napoletana dal titolo 'A festa 'e Vagne (sottotitolo "canzone tipica napoletana, con accompagnamento di nacchere, tamburelli ecc.") composta nel maggio del 1918 dal poeta Aniello Califano (anche autore dei versi della celebre 'O Surdato 'nnammurato del 1915). Della canzone divisa in quattro strofe (ciascuna con un proprio titolo: 'A fede'O miracolo'O castigo e 'A grazia) viene letta solo la prima parte dal titolo, appunto, 'A fede. Una riproduzione della copiella col testo del brano è nel citato volume di G. Dionisio, Il volto della tradizione. Conclusa la declamazione dei versi si uniscono gli altri strumenti col ritmo di ballo sul tamburo. Giovanni Del Sorbo e Raffaele Inserra sono di professione contadini.

  • Durata 01:25
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Giovanni Del Sorbo ('o monaco): scacciapensieri, Raffaele Inserra: tamburo a cornice, Carmine Iervolino (Zì Minuccio): aerofono ad ancia libera, anonimi: voce maschile, tamburo a frizione
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    In apertura della traccia una voce maschile esclama: "Rassegna di musica popolare, 'O carrettone 'e vagne". Poi parte un breve ballo sul tamburo. In sottofondo le voci festanti dei partecipanti all'esecuzione. Enzo Pepe è di professione parrucchiere mentre Palmina e Viginia sono contadine.

  • Durata 01:10
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Antonio Torre: tamburo a cornice, Enzo Pepe, Palmina ('a nnamurata), Viginia ('a miciogna): castagnette
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Peppino Dionisio introduce il canto: la tammurriata che andrà ad eseguire è una commistione tra la spaccapaese (tarantella tipica della zona della contrada Marra-Zaffaranelli, tra Scafati e Boscoreale) e la tammurriata caratteristica della zona di Bagni. Cesare Marra è di professine contadino.

  • Durata 04:10
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Peppino Dionisio: voce, Giovanni Del Sorbo ('o monaco): scacciapensieri, Raffaele Inserra: tamburo a cornice, Carmine Iervolino (Zì Minuccio): aerofono ad ancia libera, Michele Cirillo Vitiello (Zì Michele 'e urzulella): tamburo a frizione (putipù), Cesare Marra: idiofono a concussione reciproca (triccaballacche)
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto sul tamburo. Le due voci maschili si alternano secondo una modalità esecutiva molto frequente nello stile di canto sul tamburo dell'agro nocerino-sarnese. Alla fine della traccia i cantori intonano all'unisono la vocale finale "a" sulla cosiddetta vutata.

  • Durata 04:05
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Giovanni Del Sorbo ('o monaco), Enzo Pepe: voce, Peppino Dionisio: castagnette, Antonio Torre: tamburo a cornice
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto sul tamburo con il tipico incipit testuale "Bella figliola ca te chiamme Rosa". Incertezze ritmiche in alcuni punti dell'esecuzione. In sottofondo le urla festanti dei partecipanti. Raffaele Cirillo ('o baffetiello) è di professione venditore ambulante.

  • Durata 05:48
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Raffaele Cirillo ('o baffetiello): voce, Giovanni Del Sorbo ('o monaco): tamburo a cornice, Carmine Iervolino (Zì Minuccio): aerofono ad ancia libera, Michele Cirillo Vitiello (Zì Michele 'e urzulella): tamburo a frizione (putipù), anonimo: castagnette
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Lungo canto sul tamburo. I partecipanti all'esecuzione accompagnano il canto con incitamenti ("Ih""Ah""Vota vò") e intonano insieme al cantore la vocale finale "a" sulla cosiddetta vutata. Nella scheda di campo sono riportati soltanto i nomi degli esecutori: Giuseppe Barbella di Castel San Lorenzo (Sa), Fedele Avino di Terzigno (Na), Angelo Nappo di San Giuseppe Vesuviano (Na), Giuseppe Pagano di Terzigno (Na) e Antonio Vastola di Poggiomarino (Na).

  • Durata 07:07
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Anonimi: voci maschili, tamburo a cornice, castagnette, doppio flauto
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto sul tamburo con voci maschili alternate. I cantori intonano insieme la vocale finale "a" sulla cosiddetta vutata. La traccia inizia con un fade in e termina con un fade out, la qualità della registrazione è alta.

  • Durata 05:49
  • Data Domenica, 19 Maggio 1985
  • Luogo Scafati
  • Provincia Salerno
  • Regione Campania
  • Esecutore Giovanni Del Sorbo ('o monaco), Enzo Pepe: voce, Antonio Torre: tamburo a cornice
  • Autore Serafina Amoruso, Maria Grazia Cavuoto