Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Campania | Fondo Leydi-Campania | C. Petruzziello, Pratola Serra 1982

C. Petruzziello, Pratola Serra 1982 (7)

isòvnxklm

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Esecuzione di un canto definito a mete, cioè di mietitura. Il primo distico cantato recita: E sempe la via de 'ncoppe voglio tremende/ ohi comme vedè se ninno mio venine (E sempre la via di sopra voglio guardare/ per vedere se il mio ragazzo sta venendo). Questa forma di canto non prevedeva l'accompagnamento strumentale e veniva eseguito durante il lavoro all'aria aperta.

  • Durata 01:41
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Esecuzione di un canto detto a scognà, in quanto accompagnava probabilmente la trebbiatura ovvero la battitura del grano sull'aia. Come nel brano precedente il testo fa riferimento all'attività che questo tipo di canto coordina.

  • Durata 01:18
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Frammento di canto detto a zappà, in quanto accompagnava il lavoro di zappatura della terra. Emilia Petruzziello si esibisce su versi classici del repertorio campano utilizzati spesso anche nei canti sul tamburo. In alcuni punti dell'esecuzione si sente il rumore di un qualcosa che percuote ritmicamente il pavimento, forse un bastone, con il quale probabilmente si cerca di imitare i colpi dati dalla zappa durante il canto.

  • Durata 00:39
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto a scognà (canto della trebbiatura). In alcuni punti dell'esecuzione si distingue il rumore di qualcosa che percuote ritmicamente il pavimento, forse un bastone. Il testo del canto e la tematica delle due "stelle", che sarebbero due sorelle, una probabile sposa e un'altra quindi cognata (cainata) si ricollegano a quelli di una canzone napoletana pubblicata da Guglielmo Cottrau nel 1825 nella serie dei Passatempi Musicali, col titolo Aizzaje l’uocchie 'ncielo…, sottotitolo "Canzone di Somma" (ovvero Somma Vesuviana, cittadina napoletana che dista circa 50 Km da Pratola Serra), con una musica però completamente diversa.

  • Durata 01:48
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto a vinnignà (canto della vendemmia). La forma di canto fa riferimento alla vendemmia, occasione in cui viene eseguito. Alcune parti di testo sono le medesime del brano precedente ma l'andamento ritmico e melodico è diverso.

  • Durata 01:12
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto a mattinata (canto del mattino). Emilia Petruzziello si esibisce nell'esecuzione di un frammento di una canzone popolare calabrese molto diffusa e della quale se ne conoscono diverse versioni. Il brano racconta dell'amore di un ragazzo per la giovane "calabrisella".

  • Durata 01:04
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello

  • Genere Audio
  • Audio

  • Descrizione

    Canto definito a scellecàScellecare è scuotere, agitare qualcosa e probabilmente si fa riferimento all'attività lavorativa con cui si accompagnava questo tipo di canto. In alcuni momenti della registrazione si distingue il rumore di colpi battuti sul pavimento. La registrazione si interrompe prima che l'esecuzione sia conclusa.

  • Durata 00:45
  • Data Martedì, 18 Maggio 1982
  • Luogo Pratola Serra
  • Provincia Avellino
  • Regione Campania
  • Esecutore Emilia Petruzziello: voce femminile
  • Autore Claudio Petruzziello