Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Puglia

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Puglia | Fondo Rinaldi | Cerignola. Le voci del canto bracciantile | 156 A me me chiammane don Cicce Cappille

156 A me me chiammane don Cicce Cappille

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Testo: A me me chiammane don Cicce Cappille 
    che j non tenghe tre tirze de cerville 
    a me me chiammano lu prevete guaste 
    so' lli bezzoche che me fanne pazzià

    Vecine o Pregatorie 
    non me facite rjde ah ah ah ah 
    appicc'a luc' elettech' 
    e non pozze cchiù passa 

    E' jurn' e verità 
    è jurn' e cumbessà
    non sacce u paravise 
    a quale pizze stà

    Mi chiamano don Ciccio Cappello/ perchè non ho tre terzi di cervello/ mi chiamano il prete guasto/ le bigotte mi fanno divertire// Vicino alla chiesa Purgatorio/ mi vien da ridere/ [ora] si accende la luce elettrica/ e non posso più passare// Giorno di verità/ giorno di confessione/ non so il paradiso/ dove sia

    Ciccillo Borrelli canta una macchietta che si ritiene riferita a un personaggio locale, un sacerdote più dedito al culto delle donne che a quello divino, vissuto realmente a Cerignola nei primi anni del '900. Lo schema melodico è di origine napoletana.

  • Durata: 00:33
  • Data: Lunedì, 15 Novembre 1976
  • Luogo: Cerignola
  • Provincia: Foggia
  • Regione: Puglia
  • Esecutore: Francesco Ciccillo Borrelli (nato nel 1916) bracciante: voce
  • Autore: Giovanni Rinaldi, Paola Sobrero