Archivio Sonoro

Metodio Giacchi

Metodio Giacchi (39)

Ottava rima, canti di questua e canti narrativi rilevati tra il 1974 e il 1977.

toccaceli-giacchi

Nato a Cagli (PU) nel 1912, Metodio Giacchi ha svolto le attività di arrotino e sacrestano ed è stato, per passione, anche uno straordinario poeta a braccio. L’abilità con la poesia in endecasillabi e con le forme di improvvisazione poetica, unitamente a un carattere allegro e gioviale, caratterizzano le sue registrazioni per un’iterazione dialogica con il ricercatore spesso arricchita dall’uso estemporaneo della rima e della battuta scherzosa. Tutte le registrazioni sono state effettuate nel comune di Cagli (PU).

Il repertorio è basato principalmente sull’ottava rima, sia nelle forme memorizzate sia in quelle improvvisate, nelle quali alterna storie ai tradizionali contrasti, proposti spesso assieme a Domenico Granci. Di particolare rilievo un repertorio memorizzato di grida per banditore per spettacoli e attività lavorative di strada. Completano la raccolta canti di questua, soprattutto pasquelle, e canti narrativi su aria di cantastorie; stornelli per la mietitura e a carattere licenzioso e scherzoso, nonché una più ristretta serie di filastrocche, ninne nanne e canzoni satiriche. In alcuni brani Metodio Giacchi si accompagna suonando la chitarra.